Chi Siamo

Cesarch è

  • confronto sul progetto di Architettura e sulle problematiche relative alla professione dell’Architetto;
  • ricerca, promozione e divulgazione dell’evoluzione della professione, delle dinamiche del ciclo edilizio, del territorio e dell’ambiente;
  • approfondimento del ruolo dell’Architetto nella sicurezza nei cantieri, nella sicurezza negli edifici, nella prevenzione degli incendi;
  • certificazione della qualità della didattica e della formazione professionale;
  • analisi delle problematiche relative all’organizzazione della professione e alle condizioni di lavoro dell’Architetto;
  • promozione e adeguamento della figura professionale dell’Architetto su scala europea ed internazionale;
  • promozione di concorsi di progettazione per interventi pubblici e privati di rilevante interesse;
  • documentazione e valorizzazione dell’Architettura e dell’attività degli Architetti.

Nato nel 1991, il Cesarch – Centro Studi degli Architetti dell’Ordine di Roma è un’associazione non profit che si occupa della promozione e della valorizzazione della disciplina dell’Architettura e della figura dell’Architetto attraverso attività di formazione e aggiornamento professionale, studio e ricerca, confronto e divulgazione.

Dalla sua fondazione il Centro Studi affronta i più importanti temi relativi all’Architettura e all’Urbanistica dal punto di vista del professionista che opera attivamente sul campo.

Cesarch organizza e promuove eventi divulgativi, convegni, mostre e pubblicazioni che contribuiscono a tenere vivo il dibattito sulle questioni focali dell’Architettura e della professione dell’Architetto in Italia.

Cesarch è formazione

Il Cesarch organizza corsi di formazione e aggiornamento professionale in collaborazione con l’Ordine degli Architetti di Roma e con le Pubbliche
Amministrazioni.

I corsi del Cesarch, attivi per tutto l’anno, sono rivolti a quanti operano nel settore dell’Architettura e dell’edilizia, dagli Architetti professionisti e Dottori in Architettura, agli Ingegneri e Geometri, agli studenti, fino ai dipendenti e agli operatori di grandi aziende, imprese e Pubbliche Amministrazioni che hanno la necessità di un costante e qualificato aggiornamento.

I corsi si dividono in corsi abilitanti, in corsi tecnici, finalizzati all’apprendimento base e avanzato di programmi informatici professionali (AutoCAD, 3D, 3D Studio Max, Grasshopper), e corsi di aggiornamento professionale, riguardanti tematiche specifiche quali: l’aggiornamento normativo, il coordinamento della sicurezza nei cantieri edili, la certificazione energetica e la sostenibilità ambientale degli edifici, l’acustica ambientale, la prevenzione degli incendi, la sicurezza nei luoghi di lavoro, la progettazione e il calcolo delle strutture.

Dal 2007 il Cesarch è conforme allo standard di qualità EN ISO 9001:2000 per le attività di “Progettazione ed erogazione di corsi di formazione superiore e continua” nel settore della formazione, con certificazione della società Dasa Raegister.

Cesarch è Ricerca e informazione

Dalla sua fondazione il Cesarch studia e approfondisce importanti tematiche legate alla pratica dell’Architettura e dell’Urbanistica e mette a disposizione degli associati i risultati delle proprie ricerche.
Tra le attività di ricerca svolte, ad esempio, il Centro Studi si è occupato di alcune problematiche relative alla città di Roma, come la mobilità nel centro e nelle sue periferie, la divulgazione della conoscenza del patrimonio culturale architettonico romano del Novecento e la valorizzazione di quei progetti per la capitale che recuperano la relazione tra progettazione e ricerca.
Inoltre, attraverso la collaborazione con istituti italiani e internazionali, il Cesarch ha svolto un’attività di monitoraggio sull’adozione di materiali innovativi a vocazione ecologica per l’Architettura e di formazione e aggiornamento su materiali edilizi, strategie costruttive e bio-climatiche e tecnologie sperimentali bio-compatibili.

Parallelamente all’attività di ricerca, il Centro Studi svolge un’attività di informazione, inviando agli iscritti e al proprio database una newsletter periodica di aggiornamento normativo su tutti gli ambiti e le tematiche che riguardano la professione.

Cesarch è documentazione e diculgazione

Centro di Documentazione Archivarch

È un archivio audiovisivo storico che nasce nell’ambito di un più ampio lavoro di raccolta e catalogazione di documenti relativi all’Architettura e all’Urbanistica. La ricerca e catalogazione di tali materiali parte dalla consapevolezza che la rappresentazione “statica” dell’Architettura contenuta in disegni, fotografie, ecc. non ne consente una corretta percezione spazio-temporale e pluridimensionale. La comprensione dell’Architettura passa infatti attraverso una rappresentazione dinamica e articolata, che possa “percorrerla” e “narrarla” nel tempo. In questo senso il mezzo cinematografico si è rivelato uno straordinario strumento di lettura delle opere di Architettura, fino ad ora troppo spesso sottovalutato.
Il Centro di documentazione sulla storia della cultura architettonica è stato costituito nel 1992 con una convenzione tra l’Ufficio Centrale per i Beni Archivistici del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e l’Istituto Nazionale di Architettura per prevenire la dispersione delle fonti documentarie di Architettura e assicurarne la valorizzazione, la pubblicizzazione e la fruibilità.

Monitor/D documentazione

All’interno del progetto Monitor, finalizzato alla tutela del lavoro degli Architetti e della loro figura professionale attraverso la diffusione delle esperienze lavorative, Monitor D persegue l’obiettivo di informare in modo sintetico su quei professionisti che hanno costruito la storia dell’Ordine degli Architetti di Roma.
Cuore del progetto è la pubblicazione della collana editoriale “50 anni di professione”, inaugurata con il primo volume nel 1983 e giunta oggi alla quinta uscita, che documenta con schede monografiche l’attività professionale di tutti quegli Architetti iscritti da 50 anni all’Ordine di Roma.

Il Cesarch ha sede all’interno della Casa dell’Architettura, all’Acquario Romano, a due passi dalla Stazione Termini.